La Famiglia
Le prime notizie certe della famiglia de Gregorio risalgono al 912 quando Onofrio, signore di Bolzano e capostipite della famiglia de Gregorio, partecipò vittoriosamente con Arnolfo di Baviera alla guerra contro l’imperatore Corrado I (912-916). Gregorio di Bolzano, Barone dell’Impero Germanico, al seguito della dinastia di Sassonia con disposizione testamentaria cambiò il suo cognome con il suo nome di battesimo. Suo figlio Giovanni De Gregorio, dopo che ottenne una vittoria strepitosa contro Rodolfo, in difesa di Enrico IV (lo stesso Enrico IV di Canossa) ottenne a vita il governo della Città di Colonia nella cui chiesa Maggiore vi è la sua tomba ornata dallo stemma gentilizio.

I De Gregorio scesero in Italia al seguito di Federico Barbarossa dal 1152 al 1190 e si stabilirono in Sicilia. Da allora, molti De Gregorio si distinsero in politica, guerra e in diverse discipline artistiche. In particolare vale la pena di ricordare:

  • Andrea De Gregorio, consigliere di Stato di Carlo VIII Re di Francia per la conquista nel 1493 del Reame di Napoli
  • Pietro De Gregorio, Vicario Generale del Regno di Sicilia, che nel 1521 fu ambasciatore presso l’Imperatore Carlo V
  • Don Pietro Giovanni De Gregorio, Tesoriere Generale del Regno di Sicilia (1566)
  • Don Pietro, presidente della Corte di Giustizia in Palermo, chiamato a Madrid come Reggente del Supremo Consiglio d’Italia (1650)
  • Tommaso De Gregorio, Cavaliere di Malta e Priore di Venezia (1618)
  • Leopoldo De Gregorio, ricordato nella storia come Marchese di Squillaci, Vicerè del regno delle due Sicilie e primo ministro del re Carlo III di Spagna (1753)
  • I religiosi Giovanni ed Emanuele, ricordati anche da Massimo d’Azeglio per essere stati al fianco del Papa Pio VII quando fu tratto in catene in Francia
  • Camillo De Gregorio, che in qualita’ di Regio Secreto insieme al Vicerè Domenico Caracciolo abolì l’inquisizione in Sicilia nel 1792
  • Emanuele de Gregorio, cardinale che nel 1829 e nel 1830 fu proposto al soglio pontificio.
  • Antonio De Gregorio, illustre geologo e paleontologo, che scrisse ben 630 opere nell’arco della sua vita fino al 1930.

Dal 1500 i primogeniti di sesso maschile della famiglia De Gregorio di Palermo si alternano nei nomi di Antonio e Camillo. Un Antonio De Gregorio, Principe di San Teodoro, Marchese del Parco Reale, Signore della Terra di S.Teodoro e Barone di S.Basilio, è attualmente proprietario del palazzo e vi risiede.